PROGRAMMA ATTIVITÀ 2022

MUVE Contemporaneo 2022

Con Anselm Kiefer a Palazzo Ducale e Afro Basaldella e Raqib Shaw nella Galleria Internazionale d’Arte Moderna a Ca’ Pesaro anche la quinta edizione della rassegna della Fondazione MUVE connette l’arte contemporanea alle sedi e collezioni museali in laguna e in terraferma.

 

 

MOSTRE IN PROGRAMMA

TONY CRAGG
Silicon Dioxide
Museo del Vetro
3 dicembre 2021 – 21 agosto 2022

ANSELM KIEFER
Questi scritti, quando verranno bruciati, daranno finalmente un po’ di luce
(Andrea Emo)
Palazzo Ducale, Sala dello Scrutinio
26 marzo – 29 ottobre 2022

AFRO 1950-1970
Dall’Italia all’America e ritorno / From Italy to America and Back
Ca’ Pesaro – Galleria Internazionale d’Arte Moderna
21 aprile – 23 ottobre 2022

ES-SENZE
Museo di Palazzo Mocenigo
21 aprile – 27 novembre 2022

RAQIB SHAW
Palazzo della Memoria
Ca’ Pesaro – Galleria Internazionale d’Arte Moderna
22 aprile – 25 settembre 2022

BICE LAZZARI
Fra spazio e misura
Ca’ Pesaro – Galleria Internazionale d’Arte Moderna
22 aprile – 23 ottobre 2022

HUONG DODINH
Ascension
Museo Correr, Sala delle Quattro Porte
23 aprile – 06 novembre 2022

KANDINSKY E LE AVANGUARDIE
Punto, linea e superficie
Centro Culturale Candiani, Mestre
30 settembre 2022 – 21 febbraio 2023

 

 

Con Anselm Kiefer l’arte contemporanea entra a Palazzo Ducale, per l’esposizione che sarà fulcro della quinta edizione di MUVE Contemporaneo, rassegna biennale della Fondazione Musei Civici di Venezia che ha come cifra la riflessione sulla relazione dell’arte dell’oggi con i musei. Il ciclo di dipinti di Anselm Kiefer, creati appositamente per Palazzo Ducale nel corso del 2020 e 2021, si dispiega nello spazio e nella magnificenza della Sala dello Scrutinio, in serrato confronto con le trentatré tele monumentali del soffitto e con la valenza eroica dell’intero ciclo decorativo del Palazzo, a sottolineare il ruolo dell’arte contemporanea nella riflessione su temi universali, che trascende Venezia per aprirsi a visioni filosofiche attuali.

Nella Galleria Internazionale d’Arte Moderna a Ca’ Pesaro con MUVE Contemporaneo si entra per Afro 1950-1970 Dall’Italia all’America e ritorno/ From Italy to America and Back riscoprendo uno dei grandi protagonisti della pittura italiana del secondo Novecento. L’America fu per Afro Basaldella un grande campo di prova e di incontro con la compagine della scuola di New York, Pollock, De Kooning, Gorky. Con quarantacinque capolavori, in arrivo da collezioni e musei internazionali, si rende omaggio a un autore ben rappresentato anche nelle collezioni di Ca’ Pesaro, esplorando la relazione che negli anni Cinquanta si è instaurata tra l’arte italiana e quella statunitense dell’espressionismo astratto e dell’action painting. In collaborazione con Fondazione Archivio Afro.

Sempre a Ca’ Pesaro – Galleria Internazionale d’Arte Moderna, nelle sale Dom Perignon, MUVE Contemporaneo presenta inoltre Raqib Shaw. Palazzo della Memoria, esposizione di opere dell’artista proveniente dalla regione indiana del Kashmir e residente a Londra, in un’esposizione curata da Sir Norman Rosenthal. Le opere di Raqib Shaw si collocano in un progetto site specific nelle sale di Ca’ Pesaro con luminosi richiami alla tradizione pittorica italiana e veneziana, con ispirazioni da Tintoretto, Giorgione, Pannini e altri.

Ancora a Ca’ Pesaro nel percorso museale permanente si colloca anche una piccola ma preziosa ricognizione della pittura di Bice Lazzari, nel periodo di passaggio dall’informale al minimalismo astratto fra la metà degli anni Sessanta e la fine degli anni Settanta.

Dedicata alla vocazione e all’interesse di Palazzo Mocenigo per il profumo, Es-senze presenta un gruppo di artisti protagonisti della stagione creativa tra la nascita del nuovo millennio e oggi. Una generazione di autori significativi esponenti della scena creativa contemporanea internazionale che individuano nel profumo e nell’olfatto i motivi di ispirazione per le loro creazioni, autori diversi per cultura e sintassi ma associati da un comune orientamento che li induce a esplorare, ciascuno a proprio modo, una dimensione creativa alternativa a quelle consuete. Gli artisti in mostra sono: Mircea Cantor, Mateusz Chorobski, Jason Dodge, Bruna Esposito, Eva Marisaldi, Florian Mermin, Giuseppe Penone, Paola Pivi, Namsal Siedlecki, Achraf Touloub, Nico Vascellari, Luca Vitone.

Nella Sala delle Quattro Porte al Museo Correr Huong Dodinh porta con Ascension la sua opera nell’ambiente dominato nell’imponente scultura lignea della Madonna della Misericordia assunta come presenza-guida dall’artista vietnamita. Quattordici grandi opere, sostenute da altrettanti pannelli alti e affusolati che, come candele, guidano attraverso l’atmosfera mistica che aleggia e invitano i visitatori a condividere la percezione che l’artista ha del mondo e le sue emozioni più intime.

Nel Museo del Vetro a Murano è in corso l’esposizione Silicon Dioxide che ripercorre le tappe più significative del percorso dello scultore inglese Tony Cragg, a partire dagli assemblages, storici lavori di grandi dimensioni dove vengono accostati e sovrapposti gruppi di oggetti. Accanto a questi importanti pezzi del passato trovano posto diverse opere più recenti, alcune appena ultimate, che manifestano una nuova curiosità di Cragg per i vari effetti del vetro colorato e riflettono, con espressivi avvitamenti, il percorso di ricerca intrapreso dall’artista negli ultimi anni sul concetto di fluidità della materia vetro. L’allestimento, inoltre, è arricchito da una serie di disegni, stampe e acquerelli che aiutano ad immergersi nell’universo creativo dell’artista. Mostra curata da Berengo Studio in collaborazione con i Musei Civici di Venezia.

Dalle collezioni della Galleria Internazionale d’Arte Moderna di Ca’ Pesaro arrivano le opere in mostra al Centro Culturale Candiani di Mestre con Punto, linea e superficie. Kandinsky e le avanguardie, esposizione che fa un percorso a ritroso nella contemporaneità fino alle origini dell’astrazione. Lo straordinario percorso artistico del Novecento è narrato affiancando all’artista russo opere di Paul Klee, Lyonel Feininger, Enrico Prampolini, Luigi Veronesi, Alexander Calder, Joan Miró, Antoni Tàpies, Max Ernst, Jean Arp, Karel Appel, Mario Deluigi, Ben Nicholson, Tancredi, Mark Tobey e, Emilio Vedova, con una sezione di sculture di Mirko Basaldella, Eduardo Chillida, Bruno De Toffoli, Julia Mangold, Luciano Minguzzi e Richard Nonas. L’esposizione è attualmente allestita nella Galleria Comunale d’Arte Contemporanea di Monfalcone.

 

#MUVEContemporaneo2022
Cartella stampa >>