L’Arte di guardare – Approfondimenti sulle opere di Palazzo Ducale

Gabriella Belli, Direttore dei Musei Civici di Venezia, presenta "L’Arte di guardare", appuntamento dedicato a brevi interventi di storia dell’arte, volti ad approfondire opere presenti a Palazzo Ducale. L'iniziativa riunisce alcuni tra i più importanti esperti del settore, di caratura nazionale e internazionale, affiancati dai curatori e conservatori della Fondazione Musei Civici di Venezia.

L’Arte di guardare – La Madonna col Bambino e quattro angeli di Sansovino

La vicenda realizzativa di questo capolavoro dell'architetto e scultore fiorentino Jacopo Sansovino è davvero affascinante. Per scoprirla, ascolta la prima puntata della serie “L’Arte di Guardare” con l’intervento di Davide Gasparotto, Senior Curator, Departament of Paintings J.P. Getty Museum, Los Angeles, California.

L’Arte di guardare – Ecce Homo di Quentin Massys

È quasi una sorpresa trovare a Palazzo Ducale, tempio dell'arte rinascimentale, barocca, veneziana e italiana, anche un'opera fiamminga del 1529 ca., realizzata da un artista di grande fama: Quentin Massys. Ne parla nella seconda puntata della rubrica “L’Arte di Guardare” Bernard Aikema, già Professore ordinario di Storia dell'Arte Moderna presso l'Università di Studi di Verona.

L’Arte di guardare – Il Paradiso di Tintoretto

Il Paradiso, il colossale dipinto che decora la parete dietro la tribuna della Sala del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale, rappresenta il coronamento della carriera di Jacopo Tintoretto. Gabriella Belli, Direttore della Fondazione Musei Civici di Venezia, ci racconta come e perché venne conferito al geniale pittore veneziano l’incarico per la realizzazione di questa enorme tela.

L’Arte di guardare – Allegoria della Battaglia di Lepanto

L'Allegoria della Battaglia di Lepanto di Paolo Veronese spiegata da Giorgio Tagliaferro, Associate Professor in History of Art, University of Warwick. Quest'opera illustra un episodio fondamentale della carriera dell’ammiraglio Sebastiano Venier, ritratto in armatura mentre ringrazia Cristo per la fortunosa vittoria.

L’Arte di guardare – Il Ratto di Europa di Veronese

Il Ratto di Europa di Paolo Veronese nelle parole di Paola Marini, Storica dell’arte, Presidente dei Comitati privati internazionali per la salvaguardia di Venezia e Presidente della Fondazione Roi, Vicenza. Una delle rappresentazioni più colorite e straordinarie del mito narrato nelle Metamorfosi di Ovidio, presente nella Sala dell'Anticollegio di Palazzo Ducale.

L’Arte di guardare – Busto del Capitano Francesco Morosini

Il busto celebrativo di Francesco Morosini "adhuc viventi" è dedicato a uno dei personaggi più importanti della Repubblica di Venezia. Un tributo straordinario, in quanto riservato ad un condottiero ancora vivente, fatto eccezionale nella storia della Serenissima. L'opera, realizzata da Filippo Parodi nel 1687, è raccontata da Andrea Bellieni, Responsabile del Museo Correr.

L’Arte di guardare – Nettuno offre a Venezia i doni del mare

Il dipinto "Nettuno offre a Venezia i doni del mare" di Giambattista Tiepolo evoca alla perfezione il mito della città, dominatrice dei mari, che la sua classe dirigente intende perpetuare al tramonto del governo veneziano. Ascolta il racconto di Alberto Craievich, Responsabile di Ca’ Rezzonico - Museo del Settecento veneziano.

L’Arte di guardare – Visione apocalittica, seguace di Jheronimus Bosch

Il dipinto costituisce una grande sorpresa all'interno delle collezioni di Palazzo Ducale per molti motivi, primi fra tutti la dimensione, la tipologia e i soggetti rappresentati. Ne parla Bernard Aikema, già Professore ordinario di Storia dell'Arte Moderna presso l'Università di Studi di Verona.

L’Arte di guardare – Riunione dei crociati in San Marco, Saraceni e Leclerc

Il dipinto "Riunione dei crociati in San Marco" è stato realizzato per la Sala del Maggior Consiglio da una composizione di Carlo Saraceni, per poi essere eseguito dal suo allievo più celebre: Jean Leclerc. Ascolta il racconto di Chiara Marin, Ph.D History of Art, École Pratique des Hautes Études, Parigi.