Fondazione Musei Civici di Venezia | MUVE

Scuole al Museo

Alternanza Scuola-Lavoro e Approfondimenti individuali

Alternanza Scuola-Lavoro

 

La Fondazione Musei Civici di Venezia ha attivato la possibilità di ospitare tirocinanti in Alternanza Scuola-Lavoro.

Qui di seguito una sintesi delle proposte elaborate dal Servizio Attività Educative.

A giugno e a settembre:

SUMMER CAMP MUSEI
Partecipare, documentare e vivere un’esperienza educativa e culturale

Nell’ambito del Summer Camp “Musei in Gioco” che MUVE rivolge ai ragazzi dai 7 ai 12 anni a giugno e a settembre (in periodo extrascolastico), ai giovani in ASL sono proposte le seguenti esperienze:

–  partecipare alla predisposizione preliminare dei materiali didattici necessari

–  assistere all’attività degli educatori/animatori del Camp durante il suo svolgimento

– documentare con foto e video l’attività

Il progetto prevede una fase di preparazione da svolgere a scuola, previa formazione, con orari e allievi da definire con i docenti e una fase di attuazione nelle sedi museali. Il Summer Camp di giugno dura in genere 3 settimane, quello di settembre 2.

 

Lungo tutto l’arco dell’anno

BACKSTAGE 1: PASSAGGI D’ARTE
Dietro le quinte dei laboratori didattici: materiali da elaborare, dipingere, inventare…

Dietro a quasi tutti i laboratori pratici che nel corso dell’anno vengono proposti nei musei (nella maggior parte dei casi rivolti ai più giovani), c’è del materiale da elaborare e predisporre in vario modo. Agli studenti (dotati di competenze in campo artistico o grafico e con buona manualità) è proposto, previa formazione e su indicazione dei tutor MUVE, di prendere parte all’elaborazione di materiali diversi come, a titolo di esempio, basi per laboratori su marionette, materiali per laboratori pittorici, composizione di stickers, sagome in cartone, illustrazioni e disegni ecc

L’attività può essere svolta in tutto o in parte, sempre previa formazione da parte dei tutor MUVE, anche presso gli ambienti della scuola; può prevedere inoltre la presenza presso le aule didattiche dei musei.

 

BACKSTAGE 2: COME SI RAGGIUNGE UN RISULTATO?
Conoscere e sperimentare alcuni aspetti del lavoro che sta alla base di una struttura dinamica che eroga servizi culturali

Il servizio attività educative MUVE – che nel corso di tutto l’anno eroga servizi ed elabora progetti – segue, dal punto di vista organizzativo, una serie di scadenze che cambiano nei diversi periodi dell’anno. Ad esempio durante l’estate viene predisposto ciò che serve per essere pronti, dal primo settembre, a rispondere alle esigenze della scuola, mentre durante l’anno scolastico si seguono l’approvvigionamento di materiali per le varie attività didattiche, l’utilizzo delle aule e sono previsti anche momenti di assistenza agli operatori che conducono le attività stesse. Agli studenti in ASL è proposto di collaborare ad alcuni aspetti delle attività sopra descritte tra cui, ad esempio, stampa di  brochure (correzione bozze, ecc) e attività connesse; collaborazione all’organizzazione di presentazioni come l’Educational day; approvvigionamento di materiali nelle aule didattiche; assistenza alle attività condotte dagli operatori, ecc.

 

PARTECIPARE, VALUTARE, PROMUOVERE

Ai ragazzi in ASL è proposto di seguire alcuni percorsi proposti dal servizio e rivolti alla loro fascia d’età. Sarà loro compito poi valutare l’offerta, integrarla con eventuali ulteriori articolazioni, da essi stessi proposte, individuare e proporre strumenti adatti a far incontrare domanda e offerta, sperimentare direttamente l’efficacia degli strumenti.

 

PROGETTI AD HOC DA ELABORARE INSIEME AI DOCENTI

Il Servizio educativo è disponibile a valutare, insieme ai docenti, singoli progetti costruiti ad hoc sulla base delle esigenze didattiche dei richiedenti.

 

Sono inoltre stati predisposti tirocini afferenti ai singoli musei di:

  • Ca’ Pesaro
  • Casa di Carlo Goldoni
  • Palazzo Mocenigo
  • Museo di Storia Naturale
  • e alla Biblioteca del Museo Correr

Consulta le modalità di adesione ai progetti di Alternanza Scuola/Lavoro >

 

Approfondimenti individuali

 

Punto di riferimento fondamentale nell’ambito della ricerca storico-artistica e scientifica che trova in Venezia una fonte inesauribile di studio, il sistema dei musei civici raccoglie in un ricco palinsesto presentazioni di libri, workshop tematici, conferenze, incontri e corsi di alta formazione (scopri i prossimi appuntamenti); offre inoltre veri e propri  “servizi allo studio” come il tutoraggio per tesi di laurea e dottorato, o la possibilità di accedere a depositi e archivi. Per richiedere informazioni scrivere a education@fmcvenezia.it.

Molto importante e ben strutturata è inoltre l’offerta di tirocini specialistici, consultabile in questa pagina.

 

Progetti speciali

 

Nell’ambito del nostro modo di intendere e proporre i musei come “ipertesti”, si collocano tre importanti progetti speciali, due elaborati con altrettanti corsi del Dipartimento di Studi Linguistici Comparati dell’Università Ca’ Foscari di Venezia e uno con il corso di Tecnologia della Carta dell’Accademia di belle Arti di Venezia, tutti finalizzati a una fruizione attiva del museo come spazio didattico.

1) Venezia e la Mitteleuropa: L’esempio di Ca’ Pesaro
Il progetto nasce dalla collaborazione fra il Corso di Studio magistrale in Lingue e Letterature, Americane, Europee e Postcoloniali del Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati di Ca’ Foscari e il Servizio educativo della Fondazione Musei Civici Veneziani. È rivolto agli studenti di Germanistica, intende esaminare il legame fra Venezia e la Mitteleuropa con particolare attenzione alle collezioni di Ca’ Pesaro e si articola in due momenti. Il primo si svolge nell’ambito del convegno internazionale Kulturkritik der Wiener Moderne (1890-1938) organizzato dal Dipartimento in collaborazione con l’Università di Heidelberg dal 25 al 27 settembre. Dopo un’attività di formazione a Ca’ Pesaro a cura del Servizio educativo dei Musei, gli studenti svilupperanno un percorso tematico in lingua tedesca che verrà proposto ai partecipanti al workshop in una visita. La seconda parte del progetto prevede due “lezioni al museo” (8 ottobre e 8 novembre) nell’ambito del programma del primo semestre del Corso, tendenti a illustrare le relazioni tra Venezia e il mondo artistico di lingua tedesca tra fine Ottocento e anni ’40 del Novecento.

2) Teorie dell’educazione linguistica al Museo
Nell’ambito del corso di “Teorie dell’educazione linguistica” previsto nel primo semestre dell’anno accademico 2018/19, quattro incontri in museo con gli studenti partecipanti al corso al fine di far conoscere la realtà dei musei civici e far capire che il museo è un ipertesto che può anche essere usato per attività di apprendimento linguistico. In questo contesto gli studenti potranno sperimentare qualche laboratoro CLIL già in offerta presso i Musei Civici, in modo da riflettere sui benefici ma anche sulle criticità del condurre un’attività linguistica non in classe ma al museo.

3) Un Mese di Carta
Un mese (dal 6 settembre al 6 ottobre 2018) dedicato alle molteplici possibilità creative connesse all’uso della carta, focalizzate intorno a una mostra in cui si espongono i migliori lavori prodotti durante i corsi di Tecnologia della carta dell’Accademia di Belle Arti di Venezia e di Paper Design dell’Istituto Palladio di Verona, tenuti entrambi negli anni accademici dal 2015 al 2018 dal prof. Dario Cestaro che, oltre alle attività artistica, accademica, editoriale, conduce anche, ormai da tempo, alcuni laboratori creativi del nostro servizio. Durante “il mese di carta” sono inoltre previste, accanto alla mostra, attività di approfondimento e workshop sul tema, rivolti a diverse fasce di utenza e orientati su varie, specifiche specializzazioni.