Fondazione Musei Civici di Venezia | MUVE

Programma 2018

Presentazione


 

Vai all’elenco dei progetti espositivi 2018 >

Scarica il programma 2018 (.pdf 7,2 MB) >

 
L’impegno espositivo della Fondazione Musei Civici di Venezia si concentra quest’anno su alcuni importanti fronti, quali la valorizzazione e la conoscenza delle collezioni permanenti e dei loro protagonisti, i risultati dell’intensa attività di ricerca e di studio svolta dai nostri musei e la celebrazione della grande arte veneziana, dei suoi maestri e dei suoi “cantori”.

Avviato un restauro completo dell’area espositiva temporanea del Museo Correr, nell’ambito di quel progetto complessivo di riordinamento, ampliamento e valorizzazione del museo di Piazza San Marco che la Fondazione sta da tempo conducendo – il progetto del “Grande Correr” –, saranno le altre sedi dei Musei Civici ad accogliere nel corso del 2018 mostre e grandi eventi.

Tra i più importanti appuntamenti internazionali, per collaborazioni scientifiche e prestiti eccezionali, va segnalato il tributo a John Ruskin “pittore” e al suo famoso libro Le pietre di Venezia, opera che ha contribuito al mito romantico della città decadente ma anche alla salvezza di molti suoi monumenti gotici, a cominciare proprio da Palazzo Ducale che ospiterà l’esposizione; quindi, a settembre, l’attesa mostra per il cinquecentenario di Jacopo Tintoretto, co-prodotta con la National Gallery of Art di Washington e in collaborazione con le Gallerie dell’Accademia.

Dopo ottant’anni dall’ultima esposizione che gli è stata dedicata, giungeranno a Venezia straordinari capolavori del maestro dall’America, ma anche dai principali musei europei – da Berlino, Vienna, Parigi, Praga, Londra, Gent ecc. – che daranno modo di rileggere in maniera più approfondita l’opera di Tintoretto grazie a recenti studi e ad alcuni fondamentali restauri. La mostra sarà poi a Washington, evento epocale perché per la prima volta nel Nord America verrà dedicata un’esposizione al “più veneziano” tra i pittori del Cinquecento.

Altra partnership eccellente della città di Venezia e della Fondazione Musei Civici è con il Museo Statale Ermitage di San Pietroburgo, che quest’anno sarà al nostro fianco con prestiti prestigiosi nella realizzazione di due mostre, al Centro Culturale Candiani di Mestre e a Palazzo Fortuny. Sarà quindi coloratissimo l’omaggio all’ “Epoca Fiorucci” – con le sue icone e il suo rivoluzionario approccio allo stile e alla società – in programma a Ca’ Pesaro, museo ove continua il dialogo tra moda e cultura, ma impegnato anche nella rilettura inedita di grandi artisti del XX secolo come Gino Rossi e Angelo Morbelli.

Nel corso dell’anno, infine, non mancheranno appuntamenti significativi a Palazzo Mocenigo, a Ca’ Rezzonico – che getterà finalmente luce su due figure centrali del panorama artistico del Settecento veneziano, mai prima d’ora indagate – e nei musei delle isole, tesi a valorizzare la grande tradizione artistica della città e la sua capacità di rinnovarsi. Al centro delle nostre attenzioni anche la terraferma veneziana, per contaminare d’arte luoghi non tradizionalmente vocati, con progetti specifici.

Così Forte Marghera si animerà con una mostra avvincente, dedicata alla motocicletta: uno dei simboli più attraenti del design del XX secolo.

 

Gabriella Belli
Direttore Fondazione Musei Civici di Venezia

Mariacristina Gribaudi
Presidente Fondazione Musei Civici di Venezia