Fondazione Musei Civici di Venezia | MUVE

Partnership

Partnership Vela-Lavazza-MUVE

Nell’ottica di una sempre crescente valorizzazione della propria immagine di luogo loghi_muve_lavazza_vela“simbolo” dell’arte e della bellezza a livello internazionale, la Città di Venezia fa sinergia con aziende e istituzioni nella ricerca e nell’individuazione di partner d’eccellenza che si dimostrino sensibili a sviluppare progetti culturali di ampio respiro.

In questo contesto si concretizza l’importante accordo triennale siglato tra Vela, la società del Comune di Venezia che gestisce lo sviluppo commerciale della mobilità e il marketing della Città, la Fondazione Musei Civici di Venezia e Lavazza, azienda italiana leader nella produzione di caffè, giunta nel 2015 ai propri 120 anni di attività, da sempre attenta all’innovazione, alla sostenibilità e al patrimonio culturale dei luoghi nei quali opera.

La convenzione, presentata in conferenza stampa martedì 22 settembre 2015 alle ore 11.00, nel Salone da Ballo del Museo Correr in Piazza San Marco, è di durata triennale e prevede una serie di attività che vedranno coinvolta Lavazza nell’ambito della promozione sia dei grandi eventi veneziani – dal Carnevale alle Feste del Redentore e della Sensa, dalla Regata Storica all’Inverno veneziano – sia, più in generale, dell’immagine della città lagunare, che con i suoi straordinari tesori artistici e le sue incomparabili bellezze architettoniche rappresenta un patrimonio unico al mondo.

La Fondazione Musei Civici di Venezia, grazie a questo accordo potrà beneficiare di un contributo destinato ad attività di restauro e conservazione delle collezioni civiche, oltreché associare l’attività museale ad un brand di rilevanza internazionale valorizzando le collezioni e le attività scientifiche. Per Lavazza questo accordo sottolinea ulteriormente la volontà di investire in una città simbolo della cultura e dell’arte italiana nel mondo, e ribadire il forte impegno che da sempre ha dimostrato verso l’Italia, una riconferma del ruolo centrale che il Paese ha per l’azienda.